10 motivi per cui Le Terrificanti Avventure di Sabrina è sessista

Ciao a tutti e benvenuti in questa speciale recensione nata dall’esigenza di spiegarvi perchè secondo me Le terrificanti Avventure di Sabrina è sessista. 
Premetto che la serie in sè non è male, anzi, ha dei punti di forza decisamente interessanti, ma pare volta a fare continuamente distinzioni forzate tra maschi e femmine in modo totalmente fuori luogo.
Sto parlando, per chi non lo sapesse, di un prodotto targato Netflix che ha fatto molto successo nell’ultimo periodo (Se vi interessa ho scritto una recensione anche su Insatiable. puoi leggerla cliccando qui). Ma forse gli spettatori non si sono accorti di alcuni dettagli degni di essere sottolineati, e io sono qui appunto per discuterne con voi senza però in alcun modo voler distruggere ingiustamente l’intera stagione.

Ci tengo a precisare che i creatori della serie avevano come scopo quello di lanciare messaggi femministi (=parità), FALLENDO MISERAMENTE portando solo TANTISSIMO sessismo, maschilismo (uomo>donna), omofobia e femminismo estremo (cioè donna>uomo, quindi non parità), senza mai contestarli nè combatterli.

Seguitemi su instagram (@sarcasmatt_ufficiale) per rimanere sempre aggiornati su musica e serie tv!

Ecco 10 motivi per cui Le Terrificanti Avventure di Sabrina è sessista
(con tracce di maschilismo/femminismo estremo/omofobia):

1- Già nella prima puntata vediamo Sabrina che cerca un modo per capire se battezzarsi in nome di Satana oppure no. Il cugino le offre una possibile soluzione, ovvero la mela della conoscenza, che però si rivela essere tale soltanto per le donne, mentre per gli uomini è “il male del mondo”. PERCHE’ QUESTA DISCRIMINAZIONE TOTALMENTE INGIUSTIFICATA? Una mela sessista che giudica in base a cosa chi la mangia ha in mezzo alle gambe è abbastanza ridicola.
C’è il chiaro riferimento alla mela mangiata da Eva tentata dal diavolo che le dona la conoscenza, questo è vero. Ma ciò non implica che debba essere il “male del mondo” se mangiata da Adamo o da qualunque altro maschio. Rimane pur sempre un frutto. Se la Bibbia è sessista non significa che Sabrina o i personaggi debbano essere d’accordo attraverso un silenzio-assenso.

2- Susy “attacca” i giocatori di football perchè stavano strappando i poster del club Wicca creato insieme a Sabrina, e uno di loro reagisce tirandole un pugno in faccia. Il che è sbagliatissimo e inaccettabile, ma il problema è quando Sabrina va dalla professoressa a denunciare l’accaduto dicendo una frase altamente sessista, ovvero “hanno picchiato Susy, è una ragazza quindi vanno puniti”, MA SCUSA COSA C’ENTRA CHE E’ UNA RAGAZZA? VANNO PUNITI A PRESCINDERE DAL FATTO CHE SUSY SIA O NO UNA RAGAZZA. IL BULLISMO NON HA SESSO. LA VIOLENZA NON HA SESSO. I PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI NON HANNO SESSO. Il messaggio che traspare è che i maschi possono essere picchiati mentre le femmine no. Cosa assolutamente inaccettabile.

3- Per punirli Sabrina mette in atto una vendetta a dir poco offensiva, discriminatoria, omofoba e sessista: con un incantesimo fa in modo che i bulli si bacino tra di loro per poi fotografarli. Ma usare dei baci gay come “punizione” per il bullismo lo trovo di cattivo gusto. E’ come sottolineare il fatto che un atto omosessuale sia qualcosa di cui vergognarsi, cosa ovviamente non vera. Okay può essere imbarazzante per loro, essendo etero (anche se non dovrebbe essere un problema), ma è il principio di base ad essere sbagliato. Immaginate se avessero fatto la stessa cosa a parti invertite: un incantesimo che obbligava un ragazzo gay a baciare una ragazza per poi fotografarli insieme. Pensate che il ragazzo gay si sarebbe forse imbarazzato o offeso nel farsi vedere con una ragazza pur non essendo minimamente attratto da lei? NO.
(Sottolineo che la serie non è omofoba in sè, considerata la presenza della coppia omosessuale Ambrose e Luke, ma nonostante ciò presenta comunque dei tratti omofobi non trascurabili)
In poche parole il messaggio che traspare è “Se sei un ragazzo etero la punizione più grave che puoi ricevere è quella di essere fotografato mentre baci un altro ragazzo”. Assurdo.
Per non parlare di quando poi decidono di rinchiudere la virilità dei bulli in una gabbia, risultando così ancora una volta sessista e di cattivo gusto. Come se un uomo fosse uomo solo se pieno di virilità. La vogliamo smettere con questi concetti di uomo e donna? SIAMO “PERSONE”, punto. A che serve fare differenze?
Ma la ciliegina sulla torta che va a coronare tutta la scena è l’ultima punizione per i bulli: un incantesimo che li rende impotenti per una settimana, mirando ancora una volta a colpire la sopravvalutata virilità. Insomma, se i mali del mondo adesso sono “sembrare” gay o essere impotenti, allora le guerre, la fame e la povertà devono solo inchinarsi in confronto, giusto? Direi proprio di no.

4- Un’altra scena che mi ha abbastanza fatto rabbrividire è quella in cui Sabrina dice: “Vorrei avere sia il potere che la libertà”, e le viene risposto: “il Signore Oscuro non te lo consentirà mai: è un uomo“. MA WTF, ANCHE QUESTO E’ SESSISTA: è come dire che tutti gli uomini hanno paura che le donne abbiano potere e libertà, cosa assolutamente non vera. Se il Signore Oscuro è maschilista non significa che tutti gli uomini lo siano, non si può fare di tutta l’erba un fascio.
O abbattiamo TUTTE le discriminazioni e miriamo alla PARITA’, o non mi sembra giusto far passare il messaggio che il Signore Oscuro non vuole dare alle donne potere e libertà PERCHE’ E’ UN UOMO. COSA C’ENTRA. LUI SARA’ MASCHILISTA MA NON TUTTI GLI UOMINI LO SONO.
Dovremmo essere tutti uniti, uomini e donne, contro la discriminazione di genere.
Ricordatevi che il femminismo va benissimo finchè rimane fedele alla sua definizione, ovvero mirare alla parità. Ma diventa schifoso tanto quanto il maschilismo se supera questo confine. Nessun genere deve essere più importante dell’altro, molto semplice.

5- Durante il corso della serie si possono notare tante altre frasi sessiste come ad esempio “Esiste solo la forza bruta per voi uomini”. NO. NO. NO E ANCORA NO. Anche qua generalizzano dando l’idea che gli uomini siano TUTTI UGUALI, TUTTI MASCHILISTI, TUTTI SUPER VIRILI, TUTTI SUPER MUSCOLOSI CON LA FORZA BRUTA, ECC.
Sveglia, non è così. Gli uomini (come anche le donne) non sono fatti con la fotocopiatrice, e la clonazione ancora non l’hanno inventata, quindi smettiamola con questi commenti del tutto fuori luogo volti a costruire una società ancora più sessista di quel che già è.

6- Il club Wicca fondato da Sabrina e dalle sue amiche per lottare contro la discriminazione di genere ma anche per la lettura di libri, è PER SOLE DONNE: questo lo rende assolutamente sessista.
Anche ai maschi interessano i libri e la cultura, e anche ai maschi interessa la parità dei sessi (magari non a tutti, però vi assicuro che molti uomini, tra cui il sottoscritto, sono FEMMINISTI nel vero senso della parola, ovvero puntano alla PARITA’.)

7- il demone che ha posseduto il corpo dello zio di Susy ha detto che ha scelto quel corpo perchè è il corpo di un peccatore perchè era un sodomita quindi un abominio. Questo è assolutamente omofobo, offensivo e sbagliato al 100%, eppure nessuno nella serie glielo contesta. 
Inoltre viene detto che lo zio da piccolo metteva i vestiti della madre e quindi aveva problemi di “sessualità”. Ma in realtà questo concetto è del tutto errato perchè se a una persona piace indossare vestiti femminili non c’entra per forza la sessualità, ma piuttosto l’identità di genere. E ad ogni modo questo non lo rende un abominio, affatto.
Anche qui c’è del sessismo, perchè se un uomo si veste da donna è considerato un abominio con problemi di sessualità, mentre se una donna mette i vestiti da uomo non succede assolutamente niente. Questo è oggettivamente sbagliato e invece di creare cultura e informazione, peggiorano solo la situazione.

8- Nel “Banchetto dei banchetti” vengono scelti dei tributi SOLO DONNE (questo è sessista), una delle quali potrà essere nominata Regina venendo sacrificata e mangiata dalla congrega. Ma perchè solo le donne sono considerate “sacrificabili”?! Ho capito che è una tradizione e tutto quello che volete, ma ciò non significa che sia giustificabile o accettabile, anzi.

9- Un’altra cosa sessista è che a capo dell’accademia e della congrega c’è un uomo, ovvero il Sommo Sacerdote, e anche quello prima di lui era un uomo (il padre di Sabrina). Così come a capo della chiesa cristiana c’è il Papa che è uomo e non c’è mai una papessa donna. Questo è maschilista e patriarcale. Vi rendete conto di quanto sessismo c’è intorno a noi?

10-  Zia Zelda alla fine della stagione rapisce la bambina del Sommo Sacerdote perchè aveva paura della sua reazione. Ha fatto benissimo, ma il Sommo Sacerdote che vuole per forza un erede maschio è ancora una volta sessista e patriarcale.
Senza contare nell’episodio di Natale troviamo Gryla, la madre delle streghe, che dice di “odiare tutti gli uomini”, costringendo il povero Ambrose a lasciare la casa per tutta la sua permanenza dagli Spellman. Cioè qui si parla di misandria estrema.
Capisco che magari qualche uomo ti abbia fatto soffrire ma questo non ti dà il diritto di odiare tutti i maschi del pianeta. Assurdo che lei passi come una donna che ha tranquillamente il potere di odiare gli uomini, ma se qualcuno nella vita reale dice di essere misogino viene visto come un mostro. Ad ogni modo non ha senso odiare un genere intero, non puoi odiare una persona solo per ciò che ha in mezzo alle gambe. Non tutti gli uomini sono uguali e non tutte le donne sono uguali, stampatevelo in testa. 

E ora dopo questi 10 motivi voi magari mi direte: “eh ma è fatto di proposito proprio per descrivere la società di oggi e i suoi comportamenti sbagliati”.
E io vi rispondo già che descrivere la società è diverso dal CRITICARLA; e mostrare i comportamenti sbagliati è diverso dal COMBATTERLI.
Quello che voglio dire è che non basta semplicemente far vedere le cose al pubblico per combatterle, bisogna far capire allo spettatore che quelle cose sono sbagliate e che bisogna distruggerle, ad esempio facendo intervenire un personaggio a correggere una frase sessista detta da un altro personaggio, oppure più semplicemente bisogna che la protagonista si ribelli.
Invece no, Sabrina si ribella solo quando le fa comodo, facendo la falsa paladina della giustizia disseminando nel frattempo sessismo e incoerenza, essendo lei stessa la prima a fare commenti discriminatori e offensivi.
Sabrina è un personaggio incoerente e senza un cervello pensante, si fa influenzare dalla professoressa, dalle sorelle streghe, da tutti.
Non ha personalità anche se la vedete come quella tosta che vuole salvare il mondo. Non lasciatevi abbindolare.

Dunque, prima di concludere voglio specificare che la serie è volutamente ambientata in un periodo indefinito, probabilmente al giorno d’oggi anche se con uno stile un po’ retrò, il che rende le discriminazioni presenti ancora più gravi e senza giustificazione. E, anche se fosse ambientato negli anni passati dove la mentalità poteva rendere comprensibile tale ignoranza, vi ricordo che Le terrificanti avventure di Sabrina è comunque un prodotto moderno, perciò i creatori (con la mentalità si spera “aperta” del giorno d’oggi) potevano tranquillamente descrivere queste situazioni sessiste facendo leva su quanto fossero sbagliate, criticandole e insegnando che tutto ciò deve cambiare e migliorare. Invece l’unico sforzo che ho notato in questo senso è stato quello di aiutare Susy contro i bulli lanciando messaggi femministi. In effetti si punta tantissimo sul femminismo senza malizia nè cattiveria, con l’intenzione di lanciare messaggi positivi, senza però in alcun modo riuscirci. Si tratta infatti di un femminismo che NON mira alla parità, ma volto a screditare i maschi e altre volte di un maschilismo volto a screditare le femmine: insomma, non è mai presente un concetto di uguaglianza): in definitiva ho visto buone intenzioni che hanno però inevitabilmente costruito altro sessismo a effetto valanga, peggiorando la mentalità già chiusa delle persone di questo tempo, che andrebbero sensibilizzate su certe tematiche.

Nonostante ciò, de “Le terrificanti avventure di Sabrina” ho apprezzato particolarmente la visione di Satana e del ‘falso dio’: il Signore Oscuro infatti viene visto non come la personificazione del male, ma come quella del libero arbitrio, “l’arcangelo che ha preferito perdere il paradiso piuttosto che il suo orgoglio”. Un concetto molto interessante che stravolge completamente la classica convinzione che Dio è buono e Satana cattivo. Vi siete mai chiesti chi l’ha deciso? Che ne sappiamo noi di chi è buono e di chi è cattivo? Abbiamo solo la versione di Dio (attraverso la Bibbia) ma non abbiamo mai sentito la versione di Lucifero. Non è detto che sia cattivo solo perchè ha scelto il libero arbitrio piuttosto che farsi “dominare” da Dio. Anche perchè Dio nella bibbia ha ucciso MOOOOLTE più persone rispetto a quelle uccise dal diavolo. Rifletteteci.

Con questo concludo e vi invito a seguirmi su instagram (@sarcasmatt_) per rimanere sempre aggiornati su musica e serie tv!
Fatemi sapere cosa ne pensate, alla prossima!

– Matteo Liparota (SarcasMatt)

Precedente Michele Bravi coinvolto in un incidente stradale: morta una donna di 58 anni Successivo La Casa di Carta parte 3 RECENSIONE